Un borgo Medievale

Pitigliano GR

Ho sfiorato almeno un paio di volte il borgo di Pitigliano nei miei vecchi viaggi in Toscana ed ogni volta si creava quell’attimo di silenzio, dettato dallo stupore, e quella vocina che si diceva “devo assolutamente andarci prima o poi”.

All’epoca non sapevo neanche si chiamasse Pitigliano, vedevo solo questo borgo medievale arroccato li in cima e non pensavo ad altro, fino a quando un bel giorno, grazie agli amici che vedi nel video, mi viene proposto di passare a visitare Pitigliano. Certo il nome era parecchio rinomato, seppur non ci fossi mai stato, ma mai avrei pensato che fosse stato proprio quel borgo che tanto sognavo di visitare.

Attenzione Italia, noi siamo saliti con dei Camper dai 7 ai 7 metri e mezzo, devo anticiparti che l’ultimo tornante (che trovi segnato sulla mappa) è parecchio ingannatore ed impossibile da prendere con un Camper così lungo, è semplicemente necessaria un po’ di calma ed una manovra o due per farlo senza problemi.

Consigliatissima la visita fuori stagione, troverai dei negozietti stranissimi ed un’ambientazione unica.

.

.

.

.

  • Stato: Italia

  • Regione: Toscana

  • Provincia: Grosseto GR

  • Città: Pitigliano

  • Coordinate GPS: 42°38’04.4″N 11°40’08.5″E – 42.634544, 11.669029

.

Potrai parcheggiare l’auto e la moto lungo tutte le stradine che costeggiano il borgo, nella mappa ti ho segnato comunque un paio di parcheggi tranquilli e vicini all’entrata. Il discorso cambia invece se devi parcheggiare un Camper più lungo di 5,40 metri, in quel caso – sempre sulla mappa – troverai un parcheggio gratuito apposito per Camper.

Nelle immediate vicinanze non ci sono servizi per il Camper, quel giorno non mi sono neanche pensato di guardarmi in giro se c’erano rubinetti. C’è un parcheggio gratuito apposito per Camper nella mappa che ti ho preparato, ma non ha alcun tipo di servizio.

Decisamente si, è adatto agli animali, per quanto l’interno del borgo sia percorribile in automobile (ovviamente solo la via principale) non è particolarmente trafficato, pertanto potrai goderti di una rilassante passeggiata all’interno del borgo con al guinzaglio il tuo amico a 4 zampe (o 2, dipende).

Decisamente adatto ai bambini, non è certo Mirabilandia ma ci sono comunque dei panorami e dei negozietti caratteristici che interesseranno chiunque, grandi e piccini.

Purtroppo solo la via principale è adatta ai disabili, in quanto le viette interne sono molto ripide ed alcune hanno anche delle scalinate relativamente impegnative, pertanto percorrerle con la carrozzina sarebbe impossibile e con le stampelle molto difficile e pericoloso (ma magari se accompagnati da qualcuno è chiaramente fattibile).

.

.

Pitigliano GR

Informazioni dal Web

Pitigliano (Pitiglianu o Pitijjanu nel dialetto locale) è un comune italiano di 3 737 abitanti della provincia di Grosseto in Toscana.

Il caratteristico centro storico è noto come la piccola Gerusalemme, per la storica presenza di una comunità ebraica, da sempre ben integrata nel contesto sociale che qui ha la propria sinagoga.

Il territorio comunale di Pitigliano si estende nella parte occidentale dell’area del Tufo. Confina a nord con il comune di Sorano, a sud-est con i comuni laziali di Farnese, Ischia di Castro, Latera e Valentano dai quali è delimitato dall’estremità settentrionale della Selva del Lamone, a ovest con il comune di Manciano.

Arrivando a Pitigliano dal mare, salendo la strada regionale 74 Maremmana, si notano le caratteristiche case che sporgono da un grande sperone di tufo, assolutamente a strapiombo. La rupe di Pitigliano è circondata su tre lati da altrettanti burroni, pieni di grotte scavate nel tufo; nel fondovalle scorrono i corsi d’acqua Lente, Meleta e Prochio.

Il territorio comunale si eleva a quote collinari che variano tra i 300 e i 663 metri s.l.m. di Poggio Evangelista, che segna il confine con il Lazio all’estremità orientale; l’area del paduletto di Pantanello è stata sottoposta a bonifica in epoca lorenese. Pitigliano è inserito nella lista dei borghi più belli d’Italia patrocinata dall’Associazione Nazionale Comuni Italiani.

Pitigliano era già un luogo frequentato e abitato sin dai tempi degli etruschi, quando qui furono fondati numerosi insediamenti scavati nel tufo e attestati dalla tarda età del Bronzo (XII-XI secolo a.C.). Anche nel luogo dove oggi sorge il paese era situato un centro etrusco, testimoniato dai resti delle mura rinvenuti nel quartiere di Capisotto e poi scomparso tra la fine del VI e gli inizi del V secolo a.C.

La prima notizia di Pitigliano appare in una bolla inviata da papa Niccolò II al preposto della cattedrale di Sovana nel 1061, dove viene già indicato come luogo di competenza della famiglia dei conti Aldobrandeschi. Nel 1293 Anastasia, figlia della contessa Margherita Aldobrandeschi, sposò Romano Orsini portando in dote la contea di Sovana e la sede della contea fu trasferita proprio a Pitigliano. Gli Orsini governarono la Contea di Pitigliano per secoli, difendendole dai continui tentativi di sottomissione da parte di Siena e Orvieto prima, e della Firenze medicea poi. Fu solo nel 1574 che Niccolò IV Orsini cedette la fortezza ai Medici e nel 1604 Pitigliano fu annessa al granducato di Toscana, ceduta dal conte Gian Antonio Orsini per saldare i propri debiti. I Medici tuttavia si disinteressarono delle sorti della città, che cadde presto in declino, e soltanto nel 1737, anno in cui il granducato passò ai Lorena, Pitigliano conobbe una lenta ripresa economica e culturale.

Oggi è una conosciuta meta turistica grazie alla peculiarità del suo centro storico, che ha permesso il suo inserimento nella lista dei borghi più belli d’Italia dell’ANCI.

FONTE: Wikipedia

.

.

Il video

Tutti i video li trovi sul canale

La cosa migliore è che tu ti iscriva al canale YouTube ove troverai tutti i video delle Puntine ed i “Dietro alle Quinte”. Iscriversi è molto semplice, basta cercare “le puntine del mondo” su YouTube oppure cliccare direttamente QUI, infine premere il pulsante “iscriviti”. In questo modo riceverai le notifiche dei nuovi video e potrai commentarli :)

.

.

.

ARRIVACI CON IL TUO NAVIGATORE!

E’ stato rifatto completamente tutto, ora ancora più semplice per tutti. Qui a destra vedi un pulsante nero “APRI IN GOOGLE MAPS“, bene, cliccalo e ti si aprirà il Google Maps. Ora all’interno della mappa troverai varie puntine (pins), cliccando sopra ad ognuna di esse leggerai una brevissima descrizione e l’indicazione del luogo, ora, se stai facendo tutto questo dal tuo smartphone puoi avviare la navigazione e raggiungere i punti precisi che ti ho segnato.

Come sempre ti ho messo la mappa con le posizioni GPS dei parcheggi gratuiti, in alcune puntine ci sono anche i rubinetti dell’acqua, le zone di scarico delle acque nere e grigie e le colonnine della corrente. La cosa più simpatica ed utile di questo sito credo siano i video, segui la serie su YouTube e non dimenticarti di iscriverti in modo da avere sott’occhio tutte le novità dei posti scoperti!

Google Maps posizioni GPS dei posti più belli in Camper
Apri in Google Maps

.